Come scegliere una calza

Come scegliere una calza

Il mondo della compressione distingue le calze elastiche in preventive o terapeutiche; le differenze principali consistono nel loro grado di compressione, nei tessuti utilizzati e nella funzione per le quali sono indicate.

Le calze preventive o riposanti rappresentano il migliore sostegno per contrastare il senso di gambe stanche, pesanti e doloranti, conseguenza di un’immobilità prolungata in piedi o seduti. Con i muscoli inattivi, il ritorno del sangue al cuore deve vincere la forza di gravità con la sola spinta circolatoria e non sempre è sufficiente. Ecco perché indossare calze Kàmila si rivela estremamente utile per mantenere le gambe sempre toniche e sane.

La linea preventiva si divide in base a den (denari) ed a diversi mmHg (millimetri di mercurio) come indice di compressione alla caviglia. Per trovare la taglia o la misura più adatta bisogna consultare le tabelle per l’altezza ed il peso della persona oppure per la misura di scarpa.

Le calze terapeutiche sono ausili medico chirurgici e richiedono la prescrizione medica dello specialista con l’indicazione della Classe di Compressione da utilizzare e del tipo di segmento (gambaletto, autoreggente, monocollant o collant) da indossare. Solo lo specialista può dare indicazioni in questo senso sulla base della severità della patologia riscontrata e della sua localizzazione. La pressione esercitata dalla calza medicale è massima alla caviglia e decresce salendo verso la coscia; si esprime comunemente in mmHg (millimetri di mercurio) definiti in intervalli che compongono diverse Classi di Compressione.

La definizione della misura di calza necessaria dipende dalle circonferenze rilevate in punti specifici della gamba, così come descritto nella didattica “consigli utili per le calze medicali” della sezione “informazioni utili”.

Potrebbero interessarti anche: